Comitato

Pubblicato: Sabato, 17 Luglio 2010

Luca Buzzi (coordinatore)
Docente pensionato, classe 1947, sposato con 3 figli e 2 nipotine.
Iniziatore e coordinatore dal 1977 del Gruppo ticinese per il servizio civile (ora CNSI), dal 1979 al 1996 delle Botteghe del Mondo e dal 2002 di Bellinzona Vivibile.
Jean Goss, mio mèntore per la nonviolenza diceva: “Dobbiamo essere segni di contraddizione nella nostra società e con costanza e coraggio (ma anche serenità ed empatia) lottare per la verità e la giustizia, mettendo le autorità ed i nostri interlocutori sempre di fronte alle proprie responsabilità”.
Silvana Buzzi
Segretaria-contabile di formazione, dopo il matrimonio ho continuato a dedicare le mie conoscenze ad alcune associazioni, esclusivamente a titolo volontario.
In particolare dal  1973 in collaborazione con Luca mi impegno in attività a favore dei Paesi del Sud del Mondo e nella promozione della pace e della nonviolenza. Attualmente sono ancora attiva anche nella Bottega del Mondo di Bellinzona.
Inoltre essere nonna di due nipotine è gratificante ma anche impegnativo.
Mi sta a cuore la ricerca della nonviolenza nella quotidianità, in famiglia e nei contatti personali.
 

Pippo Cali

 

Stefano Giamboni
Bleniese, classe 1973, ex competitore di sci alpino. Ho maturato le mie convinzioni pacifiste al liceo e alla scuola reclute mentre al politecnico di Zurigo ho ottenuto il diploma di ingegnere civile e sono diventato amico della nonviolenza.
Ammesso al servizio civile nel 1998 ho svolto i miei impieghi presso la Fondazione Bolle di Magadino, la Fondazione azioni per l’ambiente e Pro Infirmis.
Attualmente membro dei comitati della DB Svizzera italiana, di CIVIVA e del CNSI, lavoro presso uno studio d’ingegneria in energia e ambiente e vivo a La Chaux-de-Fonds con moglie e figlia nata nel 2008.
Filippo Lafranchi
Classe 1973, sposato, padre di 2 figli. Lavoro presso l'Ufficio della natura e del paesaggio del Dipartimento del territorio. Sono uno dei primi obiettori che ha beneficiato della nuova Legge sul servizio civile del 1996. Dopo aver svolto il servizio civile ho sentito la necessità di impegnarmi attivamente nella promozione della pace e della nonviolenza. Nel 2000 sono quindi entrato a fare parte del Gruppo ticinese per il servizio civile. Il cammino alla ricerca della nonviolenza continua ora all’interno del CNSI.
 

Feri Mazlum

 

Katia Senjic
La scelta della dieta vegetariana a 18 anni, l'incontro con Capitini a 19, le attività con Greenpeace Ticino dai 20 ai 28 e nell'aprile del 2010 la decisione di entrare nel comitato del CNSI...la nonviolenza per me è un percorso spirituale che si traduce in un impegno quotidiano. Sono un'idealista persuasa che crede ancora in un mondo migliore. 
«Io non dico: fra poco o molto tempo avremo una società nonviolenta, a me importa l'impiego di questa mia modestissima vita [...] e mettere sulla bilancia della storia il peso della mia persuasione». (Aldo Capitini)

 

Docente pensionato, classe 1947, sposato con 3 figli e 1 nipotina.

Iniziatore e coordinatore dal 1977 del Gruppo ticinese per il servizio civile (ora CNSI), dal 1979 al 1996 delle Botteghe del Mondo e dal 2002 di Bellinzona Vivibile.

Jean Goss, mio mèntore per la nonviolenza diceva: “Dobbiamo essere segni di contraddizione nella nostra società e con costanza e coraggio (ma anche serenità ed empatia) lottare per la verità e la giustizia, mettendo le autorità ed i nostri interlocutori sempre di fronte alle proprie responsabilità”.
Visite: 8329